Chiude la discarica. E’ emergenza?

unbenecomune-sfondoDa sabato scorso ha chiuso la discarica di c.da Timpazzo, dove la nostra Città ha conferito i rifiuti indifferenziati.

Assieme alla discarica di Timpazzo hanno chiuso altre discariche e altre, probabilmente, chiuderanno nei prossimi giorni.

Il nostro Natale rischia di trasformarsi in un’emergenza rifiuti. Ma possiamo fare qualcosa.

Il 15 dicembre scorso abbiamo iniziato un percorso virtuoso che ha registrato già buoni risultati. La raccolta differenziata, se ben fatta, consente di ridurre drasticamente la quantità di rifiuti da avviare alla discarica. Plastica, carta, vetro, metalli e, soprattutto, organico, non vanno in discarica e, quindi, non creano emergenza. Si invitano tutti, quindi, a “spingere al massimo” sulla raccolta differenziata domestica. Più differenziato, meno discarica: deve essere questo l’obiettivo da raggiungere.

Il secco indifferenziabile, invece, deve andare in discarica e fa storia a sé. Sarà necessario affrontare qualche piccolo disagio, tenendolo in casa sino a che non sarà individuata una nuova discarica oppure riaperta quella di Timpazzo. Bisogna però evitare di mischiare al secco parti di organico, chiudendo poi il sacco ermeticamente per evitare che, se depositato all’aperto (per esempio sul balcone) si bagni. In casi particolari (per esempio necessità di smaltire pannolini, traverse ecc.) si può chiedere l’intervento della TEKRA, che ha disposto un servizio appositamente finalizzato a tali esigenze.

E’ un sacrificio, certo, ma data la situazione contingente, è l’unico modo per contenere l’emergenza ed evitare i cumuli di rifiuti maleodoranti in strada.

Infine, ma importante, l’emergenza impone una maggiore severità nelle attività di controllo e repressione. Le sanzioni per l’abbandono incontrollato di rifiuti vanno da 300 a 3000 euro e, se necessario a contenere l’abbandono incontrollato da parte di alcuni concittadini restii al rispetto delle regole, saranno applicate.

Confidiamo però nella collaborazione e nella buona volontà di tutti.

Appresso, un po’ di link per chi volesse farsi un quadro dell’attuale situazione regionale.

http://palermo.repubblica.it/cronaca/2014/12/23/news/emergenza_rifiuti_la_regione_pronta_a_inviare_la_spazzatura_all_estero-103553717/

http://gds.it/2014/12/22/emergenza-discariche-in-sicilia-si-rischia-un-natale-fra-i-rifiuti_283414/

 

 

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...